Un anno dall’altra parte della palla

No Comments

Un anno dall'altra parte della pallaA dirla tutta, sono sempre stato un tipo sulla difensiva. Il mio viaggio dura 18 stagioni, dall’essere un’Assistente del liceo al primo anno di scuola a un membro di uno staff professionale. Come ogni buon allenatore della difesa, la mia relazione con l’attacco e ‘ difficile. Rispetto quando un attacco viene giocato in modo corretto ed Efficiente sia dalla mia squadra che dai miei avversari. Tuttavia, mi trovo a combattere l’impulso di sentirmi offeso da coloro che vogliono solo vedere i punti segnati. E ‘ una montagna di emozioni.

Nel dicembre 2018, ho accettato un lavoro con il

Memphis Express nella Alliance of American Football League (Aaf). Mentre indossavo diversi cappelli, quello di cui ero piu ‘ entusiasta era lavorare su uno staff di difesa professionale. Guidato dal coordinatore difensivo Dennis Thurman e dal linebacker coach Tom Mason, ci sono stati decenni di esperienza di coaching NFL e NCAA. Senza contare che il nostro allenatore Mike Singletary e ‘stato uno dei piu’ grandi linebacker della storia. Sono stato entusiasta di essere in grado di imparare da questi allenatori esperti mentre arrivando a portare una combinazione completa di tecnologia e di analisi nel tessuto di quotidiano difensivo coaching e pianificazione del gioco.

All’inizio del minicamp, i miei piani sono stati modificati. Il coordinatore offensivo David Lee ha richiesto che mi unissi allo staff offensivo come allenatore dei tight ends (anche se avrei ancora svolto i miei compiti difensivi dietro le quinte). Quando siamo partiti per le vacanze, mi è stato presentato con un sacco di ricerca di anima; eccitazione per una nuova sfida e terrorizzato di uscire dalla mia zona di comfort. Ecco alcune cose che ho imparato nel corso della nostra stagione di sei mesi. Alcune buone, altre ovvie, alcune scomode, ma tutte hanno influenzato il mio futuro come allenatore di difesa.

Imparate, imparate, imparate. appena ho avuto la parola che mi stavo muovendo in attacco, ho preso il manuale. Dopo un decennio di funzionamento dello stesso sistema difensivo e della terminologia, ho capito subito che avevo molto da imparare. Non solo è un’altra lingua, ma è un modo diverso di vedere la stessa cosa. Per esempio, ho trascorso una carriera in difesa mettendo forza a passare la forza (ricevitori più idonei), ma il sistema offensivo mi è stato chiesto di imparare considerato la fine stretta la forza. Inoltre, i nomi dei linebacker (Sam, Mike e Will) erano importanti e cambiati a seconda del fronte e del gioco. Mentre lo studio di questo era necessario per darmi una fondazione, è stata l’esposizione a film dopo l’allenamento e installare incontri con gli allenatori esperti che mi ha ottenuto il più confortevole.

Non corrono tanto quanto voi pensate – questo è un concetto che tutti gli allenatori possono imparare da, su entrambi i lati della palla: fare di meno. Questo è particolarmente vero in caso di offesa e ha senso quando ci pensi. La chiamata difensiva ha le sue sfide, ma posso facilmente ricordare molte volte che i giocatori hanno trasformato una cattiva chiamata in quella giusta o raggiunto nonostante nessuna chiamata affatto. Questo non e ‘il caso dell’offesa, almeno non cosi’ comune. Mentre un attacco può avere un gigantesco playbook e una varietà di concetti mostrati su pellicola durante tutto l’anno, una percentuale relativamente piccola è messo in un piano di gioco di settimana in settimana. A Memphis, abbiamo portato alcuni piani di gioco automatici (AGPs), ma il resto era specifico avversario. In alcuni casi, abbiamo giocato solo in un modo. Quante volte hai guardato un attacco e sembra che gestiscano uno spettacolo in un solo modo? Potrebbe essere il loro piano.

La protezione dei Pass e ‘ una cosa che ho passato le ultime stagioni a fare.La protezione dei Pass e ' una cosa che ho passato le ultime stagioni a fare.

A Memphis, L’allenatore di linea offensivo Steve Marshall era cosi ‘dettagliato con identificazione frontale, incarichi, set e protezione contro le partite difficili che la mia comprensione della protezione e’ stata portata al livello successivo. Questa dovrebbe essere l’esperienza necessaria per tutti i giocatori di gioco difensivi che vogliono conoscere la pressione che danneggia una protezione o addirittura rompe una protezione.

Uscire da un brutto gioco – quello che mi è piaciuto di più della nostra struttura offensiva è stato l’impegno di evitare “brutti giochi.”E’ stata una semplice matematica: se hanno otto uomini nella scatola, non possiamo bloccare la partita. Ho sempre usato l’idea che la difesa superasse l’attacco come fonte di fiducia, ma sanno che non possono bloccare tutti e non ci provano. Come sono sicuro che è comune con la maggior parte dei reati, hanno risposte a questi problemi di numero. Cambiare il gioco o la sua direzione alla linea di scrimmage, aggiungendo un elemento di Opzione (rpo o zone read) e cortocircuito un ricevitore erano modi per rendere conto al tipo che non potevamo bloccare.

Ho davvero apprezzato la mia stagione in attacco e le sfide che mi ha presentato.Ho davvero apprezzato la mia stagione in attacco e le sfide che mi ha presentato.

Non solo dovevo imparare qualcosa di nuovo, ma dovevo anche insegnarlo. Il Coach Thurman ha condiviso con me una bella lezione di vita. “Sii te stesso e insegnagli qualcosa.”Sono stato onesto e di fronte con la stanza stretta della mia limitata esperienza offensiva, ma gli ho garantito che avrebbero imparato qualcosa. Per esempio, alla fine di ogni incontro durante il campo di addestramento abbiamo discusso le cose difensive che farei al nostro attacco per causare loro problemi. Verso la fine, mi sono sentita sempre piu ‘ a mio agio con lo schema e siamo stati tutti meglio insieme.

Tutte le offese possono non essere come quella che ho vissuto, ma ci sono lezioni difensive da imparare dall’altra parte. Approfitta dell’esposizione che ottieni agli allenatori in caso di attacco. Fare domande sulle regole, l’identificazione e la protezione in quanto può brillare una luce sulle proprie filosofie difensive e rendere voi un allenatore più completo.

 

Categories: Uncategorized

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *